Vai al contenuto

La canestra di Caravaggio. Segreti ed enigmi della natura morta

Data:

Dal 25 Novembre 2023
Fino al 7 Aprile 2024

Luogo:

Palazzo Mazzetti

Dal 25 novembre 2023 al 7 aprile 2024 Palazzo Mazzetti ospiterà la mostra “La canestra di Caravaggio. Segreti ed enigmi della natura morta” che vede come protagonista il celebre dipinto “Canestra di frutta” (1597-1600) del grande Michelangelo Merisi detto Caravaggio.

Un prestito eccezionale concesso in via straordinaria dalla Pinacoteca Ambrosiana, prestigiosa istituzione milanese che lo accolse nella sua collezione fin da quando il Cardinale Borromeo lo acquistò all’inizio del ‘600.

Caravaggio fu il primo pittore a cancellare la presenza umana, riservando alla frutta raccolta in un cesto il compito di comunicare il messaggio devozionale che il Concilio di Trento attribuì ai prodotti della terra. Il successo di questo quadro fu talmente immediato da produrre la nascita di un genere: la Natura morta.

Partendo dall’origine concettuale del nuovo genere, la rassegna curata dallo storico dell’arte Costantino d’Orazio mette in evidenza la diffusione dell’iconografia e il suo sviluppo attraverso oltre venti preziose tele prestate da collezioni private e dai più prestigiosi musei italiani. Sono dipinti di autori noti, tra cui Orsola Maddalena Caccia, Jan Brughel il Giovane e Bartolomeo Bettera, che evidenziano la rivoluzione esercitata da Caravaggio sulle generazioni successive e che conducono una ricerca quasi esclusivamente dedicata alla Natura Morta, investigando i cambiamenti cromatici e luministici su elementi naturali privi di movimento.


Dal 6 febbraio la mostra in corso a Palazzo Mazzetti si arricchisce di un nuovo capolavoro. Prestato eccezionalmente dalla Galleria Borghese di Roma, arriva il “San Girolamo scrivente”, meraviglioso olio su tela del Caravaggio datato 1606 circa e dipinto per il cardinale Scipione Borghese, collezionista famoso per la sua bramosia e avidità ma anche per la grande ammirazione nei confronti del Merisi stesso (infatti riuscì a ottenere altre quattro tele di Caravaggio, spesso sfruttando la propria posizione dominante, in quanto nipote del papa).


San Girolamo, al quale secondo la tradizione si deve la traduzione delle Sacre Scritture dal greco al latino, in questo lavoro viene appunto ritratto come un anziano umanista nell’atto di studiare la Bibbia, assorto nell’analisi del testo sacro. La scelta del Cardinale di commissionare il San Girolamo è senza dubbio motivata dall’alto profilo intellettuale che in questo santo è profondamente intrecciato con quello spirituale.


Come in ogni natura morta, anche in questo olio a ogni elemento si può conferire un più alto significato simbolico, definito non solo dalla collocazione nella tela ma anche dalla particolare cromia che lo determina.
Ecco quindi il capo piegato del santo che, nella struttura compositiva, dialoga con la posizione del teschio poggiato sulla scrivania (un pezzo di natura morta eccezionale, che allude alla morte, dove la Parola di Dio ci accompagna con la certezza del paradiso) o la divisione della tela in due campiture di colore.

Per l’esecuzione rapida di alcuni dettagli e per l’immediatezza della stesura del colore, parte della critica ha ipotizzato che la tela non sia mai stata terminata.

È in vendita presso Palazzo Mazzetti la gift card della mostra “La canestra di Caravaggio. Segreti ed enigmi della natura morta“. La card permette a chi viene donata l’accesso all’esposizione temporanea, a cui si può aggiungere anche l’acquisto dello SmarTicket, il biglietto unico per visitare i Musei della città.
Per maggiori informazioni Tel. 0141 530403, Cell. 388 1640915 oppure presso la biglietteria di Palazzo Mazzetti, situata in C.so Alfieri, 357.

La Fondazione Asti Musei è lieta di annunciare una speciale promozione dedicata alle Scuole di ogni ordine e grado.
L’iniziativa dedica agli enti scolastici che prenotano la visita alla mostra “La canestra di Caravaggio. Segreti ed enigmi della natura morta” entro marzo 2024, una speciale riduzione.
– Per le Scuole primarie e secondarie, l’ingresso in mostra con visita guidata avrà il costo di € 8,00 ad allievo, a fronte della tariffa in vigore di € 10,00.
– Per le Scuole dell’infanzia, l’ingresso in mostra con visita guidata avrà il costo di € 80,00 (gruppo fino a 15 alunni) oppure di € 100 (gruppo oltre 15 alunni), a fronte della tariffa in vigore di € 100,00 e € 120,00.

Per maggiori informazioni e prenotazioni:
0141 530403 – prenotazioni@fondazioneastimusei.it


La Fondazione Asti Musei indice uno speciale concorso a premi per le Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado, chiamate a realizzare un’opera che riproduce un dipinto ammirato nel corso della visita alla Mostra. Un’occasione unica di conoscenza e successiva rielaborazione di tecniche e contenuti, con ricchi e numerosi premi in palio.


Questo Sito Web utilizza Cookie

Utilizziamo cookie, anche di terze parti in particolare per assicurare all’utente un’efficace navigazione, per analizzare il nostro traffico e monitorare il comportamento dei visitatori, anche per finalità di marketing.

Cliccando “accetta” acconsenti all’uso di tutti i cookie che utilizziamo.

Per selezionare in modo granulare soltanto alcune terze parti puoi cliccare su “personalizza”.

Per proseguire la navigazione mantenendo le impostazioni di default (solo i cookie necessari) clicca su “rifiuta tutti (solo necessari)”.

Per saperne di più consulta la nostra cookie policy disponibile al seguente link: https://www.museidiasti.com/centro-privacy/informativa-sui-cookie/

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi